Thorvap Sigaretta Elettronica 40W KIT Batteria + Atomizzatore

Inizio col dire che da non fumatore, questa è la prima sigaretta elettronica che acquisto, per tanto prendete la mia recensione come un acquisto effettuato da un normale consumatore (consapevole ovviamente).

Ho studicchiato qualcosa sul web prima di fare questo acquisto e con tutta sincerità mi sembra un prodotto che fa il suo lavoro e costa poco rispetto gli altri (sicuramente a discapito dei materiali ma questo è un altro paio di maniche e io sono dell’idea che chi più spende meno spende, ma dal momento che la sigaretta non è per me e mio padre voleva qualcosa da un basso budget questo è il prodotto sicuramente ideale).
La sigaretta elettronica si divide in due parti, l’atomizzatore (che è il componente che produce il fumo) e la batteria (che alimenta l’atomizzatore).
All’interno dell’atomizzatore ci sono una serie di componenti (il tank, la resistenza, il beccuccio, etc) che ci consentono di assemblare questo oggetto attraverso il quale trasformeremo il gel che andremo ad inserirvi in un vapore profumato.
Questo è il succo riguardo il funzionamento.

Per quel che riguarda come funziona, è piuttosto semplice anche qui, all’interno c’è una resistenza (nel nostro caso da 0,5 ohm) e per altro ne troviamo una aggiuntiva nella confezione, che quando premeremo il pulsante sulla batteria verrà attraversata dalla corrente.
Questa corrente, in base alle impostazioni sarà di più o di meno, e andrà a scaldare la resistenza.
Scaldandosi, in base a quanta aria sceglieremo di darle (tramite il filtro dell’aria) consumerà più o meno liquido.
Chiaramente più liquido consumerà, tanto più sarà il vapore emesso, e più si sentirà l’aroma che avremo scelto.

Questo è per fare un quadro generale e per spiegarvi quali sono i vari componenti.

Infatti, all’inizio ho impiegato parecchio tempo per capire di quanti parti era formato.

Ad esempio il tank è il serbatoio, composto da un cilindro di pyrex (che io intelligentemente asciugandolo tra una prova e l’altra ho fatto cadere a terra, rompendolo).

Meno male che avevo già fatto le mie prove e sapevo che il prodotto, ne valesse la pena.

Per questo motivo ho scelto di acquistarne di nuove qui THORVAP® Tubo di Vetro Pyrex, per questa ragione non troverete tra le foto il famoso vetrino ahimé.
Scatterò delle altre foto non appena mi arriveranno.

Per quanto riguarda i liquidi ho utilizzato questi qui Montare tutte le Sigarette Elettroniche, No Nicotina dei liquidi economici base dell’omonimo marchio (ho pensato, così non devo preoccuparmi di quali devono essere le percentuali di aroma e gel) in ogni caso i prossimi penso che li quisterò al negozio per non sbagliare.

Una volta montato tutto per attivare la batteria sarà necessario premere 5 volte di seguito il tastino tondo.
Si attiverà e successivamente premendo si darà corrente alla resistenza.
Vi conviene prima inserire delle gocce di liquido per eviare di bruciare quest’ultima altrimenti dovrete sostituirla.

Per delle prove che ho fatto mi sono trovato bene (per quanto io ne capisca), mio padre a primo impatto (prima che rompessi il vetrino 😀 ) mi ha detto che secondo lui la batteria è troppo pesante, ma gli ho spiegato che oggi giorno le fanno tutte così (a forma di accendino) quindi dovrà farci l’abitudine.

Su Amazon

Ultimo aggiornamento il 14 Gennaio 2019 0:38

ACCESSORI (Beccucci) : 5 Beccucci
ACCESSORI (Liquidi) : Liquidi Tabacco

FOTO: 

VIDEO:

Thorvap Sigaretta Elettronica 40W

8.4

Estetica / Design

8.3/10

Materiali

7.6/10

Accessori in dotazione

8.4/10

Prezzo

9.2/10

Pros

  • Un buon kit completo

Cons

  • L'atomizzatore se ribaltato tende a perdere liquido.

Lascia un commento